Crociere a Dubai con la compagnia Costa crociere

di , 26. novembre 2013 9:16

Dal 2001, anno in cui l’emirato arabo di Dubai ha inaugurato il suo moderno porto, il Golfo Persico riveste un posto permanente come itinerario di crociera. Ormai, alcune compagnie destinano almeno una nave al porto di Dubai durante i mesi invernali.

La Costa Crociere serve la destinazione Dubai dal lontano 2006, con navi come la Costa Fortuna, e la MSC Crociere ha fatto un primo tentativo nel 2012 e tornerà questo inverno. Un’altra firma che si posiziona costantemente su Dubai è la Royal Caribbean, mentre alcune compagnie di crociera si servono del porto di Dubai come porto di partenza per le crociere più lunghe verso l’Asia o verso il Sud Africa. Primo operatore di crociere in Europa, la crociera con Costa è stata ed è la numero uno anche a Dubai. In questa stagione invernale 2013/2014, la rotta Dubai è servita dalla grande Costa Fortuna: l’itinerario prevede la città di Dubai e gli scali di Mascate, Khasab e Abu Dhabi. In aggiunta alla Costa Fortuna, la compagnia ha affiancato la Costa neoRiviera. Nelle città di Dubai e Mascate, gli ospiti disporranno di più di un giorno, mentre nelle acque della penisola dell’Oman scopriranno una fauna sottomarina rara e meravigliosa: si tratta dei Fiordi d’Arabia nella penisola di Musandam, dove quasi sempre si ha la fortuna di incontrare i delfini. La Costa Crociere è una firma internazionale che vede al suo bordo clienti provenienti dall’intero continente Europa. Sulle sue moderne navi da crociera si trovano quindi sempre molte nazionalità, con diversi menù e programmi giornalieri e hostess di lingue differenti. L’atmosfera e la cucina sono tipicamente italiane e le navi sono dotate di tutti i comfort. Due volte a settimana è proposta una serata di gala in cui i visitatori sono invitati ad indossare qualcosa di più elaborato, senza per questo cadere nell’esagerazione: per gli uomini, un abito scuro e cravatta saranno sufficienti. In linea generale, la cena viene servita nel ristorante principale in due turni, e qui ogni ospite ha un tavolo fisso, mentre la colazione e il pranzo possono svolgersi in un ottimo ristorante buffet.

.

I parchi naturali dell’ Alto Adige

di , 11. luglio 2013 14:49

Il clima fresco e temperato e la natura incontaminata dell’Alto Adige fanno da cornice naturale ai sette parchi naturali, vero orgoglio e vanto di questa meravigliosa regione. Come si è detto l’Alto Adige consta di ben sette parchi naturali (Tre Cime, Gruppo di Tessa, Puez-Odle, Fanes-Senes-Braies, Sciliar-Catinaccio, Monte Corno e Vedrette di Ries-Aurina), ognuno dei quali caratterizzato da proprie peculiarità faunistiche, ambientali e demografiche. Qui di seguito citeremo i parchi più importanti da visitare.

Cominciamo col parco naturale di Sciliar-Catinaccio. Istituito nel 1974, il parco si estende per oltre 7000 ettari fra i centri di Castelrotto, Fié allo Sciliar e Tires. Per la gioia di tutti gli amanti della montagna, annunciamo che il parco sorge fra le Dolomiti Occidentali, il Massiccio dello Sciliar, comprensivo delle vette Santner ed Euringer.

Il Parco naturale Gruppo di Tessa si estende per più di 30.000 ettari fra i centri di Senales, Naturno e Moso. Anch’esso come il precedente vanta più di trent’anni di vita. Notevole la morfologia dolce ed imponente ad un solo tempo, caratterizzata da lussureggianti distese erbose, dominate dalle alte vette del Gruppo di Tessa e delle Alpi dell’Ötztal nel settore settentrionale.

Non di minore importanza, il parco naturale di Monte Corno rappresenta un altro gioiello ambientale del trentino. Si estende lungo i centri di Anterivo, Egna, Montagna, Salorno e Trodena. Per le sue condizioni climatiche ottimali, il parco di Monte Corno accoglie una fauna molto varia e affascinante.

Concludiamo questa carrellata con il Parco di Vedrette di Ries-Aurina. Si tratta di una delle aree montuose più vaste e caratteristiche della zona a sud della valle di Anterselva e della Val Pusteria. Ricca di verde e di fauna, questo parco naturale rappresenta uno dei gioielli della

Tempo libero in Alto Adige

di , 10. luglio 2013 12:19

Tra le terre più ricche e rigogliose di tutta Italia dal punto di vista della flora e della fauna, il Trentino Alto Adige è una delle regioni più suggestive della penisola grazie anche alle sue attrattive e ai suoi suggestivi paesaggi che hanno portato il suo nome a diventare uno dei più noti nell’ambito del turismo alpino.

Ed è proprio grazie alle sue montagne che il Trentino è tra le regioni del nord più ricercate. Infatti qui è possibile visitare moltissime catene montuose, e tra le più note vi sono le Tre Cime di Lavaredo, ovvero uno spettacolare complesso di tre cime che assomigliano a tre dita che puntano in alto verso il cielo e che fanno parte della catena montuosa delle Dolomiti. Questa particolare attrazione è famosa anche per la particolare caratteristica delle rocce dolomitiche, che assumono una colorazione di tipo roseo tendente al viola quando la luce del sole diventa più fioca, come all’alba o al tramonto. Talmente famose che sono diventate addirittura patrimonio dell’umanità e sono considerate una delle attrazioni alpine più belle di tutto il mondo.

L’Alto Adige in particolare è estremamente rinomato per i suoi impianti sciistici. Qui è infatti possibile godere delle migliori piste delle Alpi italiane, ed è possibile percorrere le discese della Val Gardena o della Val di Sole. Vi è anche la possibilità di compiere camminate all’insegna dell’avventura, scalando le cime della Marmolada, la montagna più alta della catena montuosa dolomitica.

Per chi invece fosse più appassionato di flora e fauna, non mancano i parchi naturali degno di nota è il Parco naturale Adamello Brenta, uno tra i più vasti sia per territorio occupato, dal momento che si posiziona in ben quattordici valli, e sia per popolazione faunistica, proprio perché vanta esemplari rinomati come l’Aquila Reale o l’orso bruno.

Collegare le vacanze con la svendita nell’ Alto Adige

di , 9. luglio 2013 10:23

L’Alto Adige è una regione rinomata per gli splendidi paesaggi montani come le impareggiabili Dolomiti, i ghiacciai della Valle Aurina, le cime e le vallate della Val Pusteria, e i deliziosi centri abitati, come Merano, Brunico, dalle abitazioni decorate e vivacizzate da fiori.

In tale ambiente, caratterizzato anche da un’ottima cucina e dalla calda accoglienza dei suoi abitanti, è possibile trascorrere sia delle vacanze di lusso, in hotel prestigiosi magari con spa benessere, che delle vacanze alla portata di tutte le tasche. L’offerta turistica di alloggi, infatti, è particolarmente ampia, articolandosi tra alberghi, B & B, garni, affitta camere e ostelli, e consente di poter cercare strutture di ospitalità sfruttando anche le offerte presenti sul web. Il sito alto-adige.com, redatto in tre lingue quali tedesco, italiano e inglese, ad esempio, offre un valido supporto per chiunque voglia organizzare le proprie vacanze nella regione.

Il sito ha una sezione dedicata solo alle offerte di soggiorni in albergo. Inoltre, sulla home page vi è un’area dedicata ad una selezione periodica di “pacchetti” di soggiorno, provenienti da diverse strutture alberghiere ubicate in diversi comprensori, particolarmente vantaggiosi, spesso di carattere tematico, tra escursionismo, turismo eno-gastronomico, feste tradizionali. Non mancano i “consigli vacanza”, in una sezione dedicata a soggiorni di carattere più esclusivo.

La redazione del sito web offre, inoltre, una serie di guide e cataloghi, scaricabili come pdf, articolate per argomento o aree geografiche. Grazie alla preziosa consulenza dei professionisti che collaborano con il sito web, diventa facile per qualunque turista organizzare il proprio soggiorno in modo da non dover spendere un capitale, approfittando di offerte in strutture sempre più che adeguate, di alta qualità, in cui trascorrere giornate indimenticabili

I passi alpini svizzeri

di , 1. luglio 2013 9:56

I passi alpini svizzeri sono più di un centinaio, tra le Alpi Svizzere e la catena del Giura. I più alti arrivano a più di 3000 m. sul livello del mare. La maggior parte sono come strade rotabili, con qualche tunnel, con una pendenza che può arrivare anche al 18%. Numerosi passi alpini, invece, sono adatti a essere percorsi solo come sentieri. Diversi sono anche i passi ferroviari, spesso con tunnel.

Turismo e tempo libero
Se i sentieri sono meta degli appassionati di trekking, sci e scialpinismo, le strade sono tra le mete preferite del mototurismo.
I percorsi stradali, tra cui citiamo, a titolo esemplificativo, il passo dello Spluga, Thusis, Julierpass, St. Moritz, si prestano a splendide passeggiate in moto e non è insolito, nei giorni festivi, veder passare delle lunghe processioni di motociclisti. Vi sono anche alloggi in Svizzera dedicati.
I passi alpini svizzeri, soprattutto i più alti, rappresentano le porte attraverso cui accedere a dei paesaggi mozzafiato, da cui l’occhio del visitatore spazia sulle Alpi centrali svizzere perdendosi tra le nevi eterne e le serenità blu del cielo.

Alcuni sentieri
Segnaliamo alcuni sentieri di particolare interesse naturalistico. La Via dei Passi alpini collega quattordici tra i più bei valichi alpini dei Cantoni Grigioni e Ticino.
Da Saas Fee a Zinal, passando per Gruben, il percorso si articola su 64 km. di sentieri da trekking, in cui è possibile anche trovare alloggi in Svizzera, come l’Hotel Weisshorn, sulla strada per la Val d’Anniviers. Un consiglio, assaggiate la sua torta ai mirtilli…
Ancora, i quattro passi di Grimsel, Nufenen, Gottardo e Susten sono collegati attraverso il nuovo sentiero denominato Via Posta Alpina, che si snoda per 163 chilometri, offrendo un divertimento adatto a qualunque tempo atmosferico e a turisti con esigenze di diverso genere, sia gruppi che famiglie.

Da Merano alla Val Pusteria – le mete sciistiche più note in Alto Adige

di , 27. febbraio 2013 13:12

Il Trentino Alto Adige è una regione ricca di mete sciistiche, ma è in particolare la parte altoatesina, quella che si estende attorno alla città di Bolzano nel nord della regione, a comprendere le località per il turismo invernale più note.

Val Venosta e Burgraviato

Ad ovest e a nord-ovest della città di Bolzano si estendono la Val Venosta e l’area del Burgraviato. In Val Venosta il comune con più stazioni sciistiche è Stelvio, noto sia per l’omonimo Valico sia per l’omonimo Parco; importanti mete nei pressi di questa cittadina sono Solda e Trafoi. Nel Burgraviato troviamo Merano, cittadina molto caratteristica e culturalmente vivace le cui piste sciistiche sono adatte ai principianti degli sport invernali; note anche Val Senales, Plan, nella Val Passiria, e San Vigilio, che possiede quattro impianti di risalita.

Alta Valle Isarco, Valle Isarco e Salto-Sciliar

Il cuore dell’area altoatesina è dominato da tre valli: Valle Isarco e Alta Valle Isarco e il Salto-Sciliar. Mete sciistiche note di questi comprensori sono Vipiteno, Colle Isarco e Racines. Spostandosi più a sud troviamo, invece, San Martino, località facilmente raggiungibile mediante l’autostrada del Brennero. Pur essendo di piccole dimensioni, questo paesino offre cabinovie, skilift e seggiovie. Ortisei, che si trova in Val Gardena, è altrettanto nota. Le cifre parlano da sole: 500 km di piste e il collegamento con Dolomiti Superski, la rete di servizi che permette di spostarsi agevolmente e con prezzi vantaggiosi da una stazione sciistica all’altra.

Val Pusteria, tra Italia e Austria

La Val Pusteria si trova all’estremo nord est della regione ed è la più estesa valle altoatesina, sebbene una sua parte ricada nel territorio austriaco. La sua lunghezza è di circa 100 km ed ha sulla sua area ben tre parchi naturali. La principale meta sciistica del comprensorio della Val Pusteria è Plan de Corones. Non distante da Brunico, il capoluogo di tale comprensorio, sorge infatti il monte Plan de Corones, celebre meta per sport invernali con ben 49 piste di discesa e dalla cui vetta si gode di un panorama mozzafiato. Ai piedi del Plan de Corones si trovano diversi paesini che ospitano strutture per il turismo invernale ed impianti di risalita: si tratta di Riscone, di Valdaora, dove si tiene ogni anno un torneo di discesa su slittini, e di San Vigilio di Marebbe, molto amata dagli escursionisti.

Si consiglia di vistare il sito www.vacanzedinatale2000.it per idee sulle tue vacanze in montagna.

Come partire per le vacanze e non dimenticarsi nulla

di , 26. febbraio 2013 15:43

Se state veramente cercando una tecnica per partire per le vostre vacanza avendo la completa certezza di non dimenticare niente, fate come me e dimenticatevi di tutto quando partite.

Il modo migliore per viaggiare è quello di essere leggeri, portando solo quello che veramente serve, e lasciando il superfluo. La cosa ha tanti vantaggi a cominciare dall’aereo, si viaggia molto più comodi con il solo bagaglio a mano.

Fare una lista delle cose da fare
Si, avete capito bene una semplice lista, su un bel foglio di carta, meglio se si tratta di un piccolo blocco note o qualcosa di simile e non un foglio volante.

Ed iniziate la vostra lista di cose da fare come ad esempio questa:

  • annaffiare le piante un’ultima volta
  • assicurazione vacanze
  • preparare la valigia
  • telefonare alla mamma
  • E così via…

Insomma di cose da fare prima di un viaggio ce ne sono sempre tante non è così? E tra la fretta e l’euforia spesso ci si dimentica di qualcosa, e magari proprio dello spazzolino da denti. Ma l’importante è non preoccuparsi. A tutto c’è un rimedio. E la vostra vacanza in questo modo sarà molto più piacevole.

E mi raccomando cercate di non dimenticarvi il bigletto dell’aereo, o peggio il giorno in cui c’è il vostro volo. Se è quello di ritorno tanto tanto, vorrà dire che allungherete di qualche giorno la vostra vacanza, ma se si tratta di quello di andata, in quel caso meglio fare attenzione.

Gli Alto-Atesini non temono l’alta quota.

di , 19. febbraio 2013 14:24

Gli Alto-Atesini non temono l’alta quota! Ovviamente, sono abituati alle grandi altitudini per via delle imponenti vette dolomitiche che caratterizzano il territorio della loro stupenda Regione. Ma c’è un altro motivo: l’Alto Adige si trova nel mezzo di un’area ad alta densità di aeroporti. Come si può immaginare, poi, nelle zone più interne e montane le strade possono non essere ampie e comodissime: lunghi viaggi in macchina rischiano quindi di diventare oltremodo stancanti, specie se compiuti in direzione Nord. E’ questa una delle ragioni per cui la gente del posto si affida spesso e con molta tranquillità al trasporto aereo per coprire distanze anche relativamente brevi, scegliendo perlopiù di servirsi degli efficienti collegamenti ferroviarii per raggiungere gli aeroporti viciniori.
Nel solo Trentino Alto Adige, per esempio, vi sono due aeroporti dotati della certificazione ENAC: quello di Trento -Mattarello, anche noto come Trento – “Gianni Caproni”, dedicato al traffico turistico comunitario e nazionale di piccoli aerei, alianti ed elicotteri; e quello di Bolzano – Dolomiti (Flughafen Bozen – Dolomiten in lingua tedesca) o aeroporto di San Giacomo, che – oltre ad offrire voli di linea che collegano il capoluogo con Roma tutti i giorni e in ogni tempo, e con Olbia nel periodo estivo due volte alla settimana – effettua durante l’estate anche voli charter verso località marittime italiane o della dirimpettaia Croazia. Più lo storico aeroporto di Dobbiaco (Flughafen Toblach), scalo militare cruciale durante la Prima Guerra Mondiale, che adesso è adibito al solo volo turistico. Uscendo dai confini della Regione o dello Stato, abbastanza vicini sono pure gli aeroporti di Trieste e Innsbruck; e, percorrendo qualche kilometro in più verso Sud, quello di Verona, uno dei più importanti scali d’Europa, che accoglie un bacino d’utenza vastissimo e un traffico aereo consistente, permettendo di raggiungere diverse mete nazionali e internazionali quali: Roma, Palermo, Catania, Olbia, Cagliari, Bari, Napoli (stagionalmente anche Tortolì, Lampedusa, Alghero), Amsterdam, Colonia, Monaco di Baviera, Londra, Parigi, Francoforte sul Meno, Brema, Barcellona, Vienna, Madrid, Berlino, Varsavia, Sofia, Praga, Bucarest, Timişoara, Tirana, Mosca-Domodedovo, San Pietroburgo-Pulkovo.

In Vacanza sulle Alpi: scoprire il Sud Tirolo e le sue Terme

di , 8. gennaio 2013 8:08

L’Alto Adige è una delle zone più settentrionali d’Italia, situata nelle Alpi italiane, tra Verona e Innsbruck.
Con una gamma seducente di hotel alla moda e centri benessere molti dei quali aperti negli ultimi anni, l’Alto Adige offre un’atmosfera estremamente rilassante, un servizio ineguagliabile e alcuni trattamenti benessere davvero unici.

Alcune località di villeggiatura sono spesso dipinte dagli appassionati di terme come vere e proprie oasi di tranquillità – un paradiso per chi è stressato o ha poco tempo da dedicare a se stesso e al proprio benessere.

L’Alto Adige  è il luogo ideale dove provare a sperimentare una vita sana. Laghi dalle acque trasparenti e  gole sono incorniciati dalle montagne imponenti, le Dolomiti.

Con 300 giorni all’anno di sole, aria frizzante non inquinata e terme di classe che offrono trattamenti unici che sfruttano i poteri rigeneranti del vino locale, dell’acqua, delle mele, dei pini di montagna, della lana e del fieno, l’Alto Adige è il luogo ideale per chi è stressato e ha bisogno di una vacanza rilassante.

Molte strutture termali tirolesi danno la possibilità di provare  un autentico bagno nel fieno. Il trattamento impiega  fieno biologico per il trattamento di dolori muscolari, reumatismi e per  rafforzare il sistema immunitario.  Un tempo molta gente accorreva dalle valli per dormire nel fieno che cresce sui prati di montagna, e anche gli agricoltori che lo tagliavano avevano notato che se vi dormivano si svegliavano liberi da qualsiasi dolore.

Il trattamento funziona sulla base del fatto che quando il fieno fermenta genera un calore di circa 60°, stimolando la produzione di cortisolo nel corpo e la funzionalità del sistema immunitario e alleviando la tensione muscolare. I clienti dei centri termali tirolesi possono fare un vero e proprio bagno nel fieno come se fosse un letto di acqua fumante. Il terreno nelle Dolomiti ha un alto contenuto di minerali che arricchiscono il fieno con elementi  nutritivi che vengono assorbiti dalla pelle durante il trattamento. “Il fieno utilizzato è cresciuto a 1.500 metri sul livello del mare:  questa altitudine è essenziale per garantirne un contenuto minerale superiore. E se non sei troppo convinto dall’idea di avvolgerti in fasci di fieno graffiante,  devi sapere che il fieno viene anche immerso in acqua calda prima dell’inizio del trattamento in modo da non essere irritante per la pelle.

Una vacanza in Alto Adige all’insegna del benessere non può dirsi completa senza una visita a Merano.

Dotata di sorgenti sotterranee, di una qualità dell’aria superiore e di tipiche uve locali, la città è stata segnalata per la prima volta sulla mappa degli amanti della vita sana nel 1836, quando il dottor Huber, medico privato della principessa di Schwarzenberg, nota i vantaggi del suo microclima, la qualità dell’aria e delle acque di sorgente . Al giorno d’oggi, è sede di rinomato centro termale allestito in un cubo di vetro e acciaio frutto del lavoro dell’architetto bolzanino Matteo Thun.

I trattamenti offerti dalle terme di Merano sono una combinazione di terapie, sauna finlandese con un caldarium e anche una bio-sauna. Il pacchetto vitale uva  include una combinazione celestiale per combattere i radicali liberi con effetti  anti-invecchiamento; se invece vi sentite più avventurosi, immergetevi nella vasca da bagno riempita con lana di pecora e verrete avvolti in lana imbevuta con un infuso di erbe e con un’alta concentrazione di lanolina e zolfo per stimolare la microcircolazione e lenire dolori articolari e muscolari.

Federica Schiassi

Natale e Capodanno in Crociera

di , 23. novembre 2012 7:36

Natale e Capodanno si avvicinano. Tante persone e famiglie stanno pensando alle loro destinazioni per le vacanze! E più importante ancora il « come » cioè la maniera come passare delle buone vacanze! Oggigiorno, la crociera fa parte delle scelte più  prese dagli italiani per spendere le vacanze e per avere un bel momento di tempo. Gli italiani sono comunque viziati con le numerose compagnie che hanno da offrirli tante proposte di tutti i gusti! E vero le compagnie di crociere sono adesso molto numerose, ma solo le più famose come la Costa Crociere, la MSC Crociere o ancora la Royal Caribbean che riescono a venderne tante! Ogni anno trovano sempre nuovi prodotti da proporre con tutte le affascinanti attività offerte a bordo attraenti l’una all’altra che contribuiscono molto alla vendita di un qualsiasi prodotto.

Gli italiani, se non addirittura tutti gli Europei amano molto viaggiare. Viaggiare cioè scoprire nuove cose, città, popolo, cultura, tradizioni… Un fascino da alcuni tempi, il viaggio in crociera. Ogni occasione che capita sarà un momento di tempo per divertirsi e rilassarsi.

Adesso Natale e Capodanno non sono più cosi lontani! Si vuole organizzare dei soggiorni della vacanze? Fra famiglia, fra amici, colleghi, in coppia e per certi purtroppo da soli. Sarà proprio l’occasione per quelli che sono da soli di trovare un amico, un’amica, l’anima sorella! Quindi tanta gente parte solo alla scoperta per strada, altra gente prende l’aereo per spostarsi e altra per mare! Tutti i mezzi sono buoni per fare delle nuove scoperte e ognuno ha la sua preferenza per vivere la sua esperienza!

Parliamo di quelli che amano viaggiare per mari! Si deve comunque dire che è una maniera molto graziosa e da meno fatica, viaggiare a bordo di una nave! Certo, poiché in quelle navi da crociere, sono proposte tante attività molto divertenti! Ciascuno, adulti, ragazzi e bambini ci troveranno la loro soddisfazione! Teatri, piscine, discoteche, parete per la scalata, lo surf con una vaga artificiale, parco di attrazione…ect ect. Quelle attrazioni comunque non vengono proposte da tutte le navi che uno capita di incontrare, solo le grandi navi delle grande compagnie come la Costa Fascinosa per Costa, la MSC Splendida per MSC,  e Allure of the Seas per la Royal Caribbean… ne hanno!

Non è solo un viaggio cioè si scopre altri paesi, popoli… ma si può anche divertirsi a bordo al contrario dei altri mezzi di trasporto come la ferrovia, la macchina o ancora l’aereo. Queste fanno che la crociera sarà la maniera più tranquilla, magnifica a fare delle scoperte.

Quindi per passare Natale e Capodanno, cos’ altro può essere meglio di una crociera fra famiglia?

Perché non andare ancora più lontano, e scoprire il paese del Babbo Natale e gli Elfi??

Oggigiorno, tante compagnie hanno superato il problema… si può fare il giro del mondo in crociera. Esistono anche adesso le crociere fluviali per entrare un po’ più in là nei paesi e trascorrere i fiumi, per esempio sul Nilo, Reno, Danubio, Venezia, Amsterdam…

Per ottenere delle offerte oppure fare delle prenotazioni, bastano andare all’ufficio o solamente sul net navigando con la mouse e sullo schermo del tuo computer!!

Buon Natale e Felice anno nuovo!

Anmelden | Abmelden | Impressum | Panorama Theme by Themocracy